27 luglio 2017

ASHLEY HUTCHINGS & BLAIR DUNLOP

@stradeblu

No Comments


STRADE BLU Festival e STRADE BLU Factory presentano:
ASHLEY HUTCHINGS & BLAIR DUNLOP
Martedì 1 Agosto  – ore 21.30
Faenza (RA) @ Museo Internazionale delle Ceramiche
Ingresso al Museo € 3,00

Un evento super speciale, un’occasione unica per ascoltare padre e figlio esibirsi insieme.

Ashley Hutchings è un vero e proprio Guv’nor del Folk Rock britannico, avendo dato vita a ben tre dei gruppi più importanti del genere: Fairport Convention, Steeleye Span e Albion Band. La sua è una carriera che copre ormai più di cinquant’anni, nei quali è stato band leader, musicista, cantante, compositore, produttore, attore, poeta, praticamente tutto! Ha al suo attivo quasi un centinaio di album, ed è stato nominato Baronetto dalla Regina d’Inghilterra per quanto fatto per la musica folk. Ciliegina sulla torta quanto Bob Dylan disse su di lui in tale occasione: “Ashley Hutchings è la figura singola più importante del folk-rock inglese. I suoi Fairport Convention hanno registrato alcune delle versioni migliori delle mie canzoni”.

Blair Dunlop segue le orme paterne. Nonostante la giovane età, ha già raggiunto un notevole successo in patria e ha ricevuto l’ammirazione di molti musicisti. L’abilità chitarristica di Blair, insieme alle capacità compositive e ad una voce affascinante, gli ha permesso di ricevere il premio di BBC Radio Horizon quale “miglior nuovo talento musicale acustico in Gran Bretagna”. Ha pubblicato tre album e due singoli, trasmessi lo scorso anno sulla radio nazionale BBC, vale a dire suonate praticamente ogni giorno per tutta l’estate.

Quando Blair era ancora più giovane, il padre faceva qualche concerto suonando con lui, ma negli ultimi anni i due non si sono più ritrovati sullo stesso palco. Questa data italiana è dunque un’occasione unica per vederli esibirsi ancora insieme. Suoneranno e canteranno una varietà di composizioni proprie ed altre dalla tradizione folk, più alcuni brani dall’album anglo-italiano My Land is your Land (pubblicato nel 2008 con l’indimenticato Ernesto de Pascale), un importante cd di nuovi pezzi tra Inghilterra e Italia, la loro storia e la loro cultura.